Se vuoi sapere qualcosa di più sui miei libri vai alla pagina Rassegna stampa e recensioni

L’elogio del barista
Riflessioni semiserie di una psicoterapeuta sull’inutilità della psicanalisi
(Corbaccio Editore, 2017)

«Qualcuno – non ricordo chi – ha detto: se hai un problema puoi fare tre cose, parlarne con il tuo barista,  andare in analisi o tenertelo per te. Il risultato alla fine sarà lo stesso.»
Caterina Ferraresi ha raccolto in questo libro le sue riflessioni su anni di lavoro come psicoterapeuta.
L’amore per la sua professione traspare da ogni pagina, ma ancor più traspare la solidarietà che la lega alle persone che a lei si rivolgono, sempre con una ragione, ma a volte con una ragione sbagliata. Il disagio esistenziale o l’infelicità, l’incapacità di vivere bene la propria vita possono derivare da traumi più o meno profondi, o da personalità particolarmente complesse, ma attenzione a non far diventare queste cause delle scuse per arrendersi, prima ancora di cominciare a voler cambiare in meglio la propria vita.
In una carrellata divertente e spiritosa di piccoli esempi, di casi clinici, di psicologismi superficiali, di «trappole» tese dagli altri o peggio da se stessi, di «modelli per l’infelicità» e di «strategie per combatterli», Caterina Ferraresi invita tutti a  non perdere di vista il concetto chiave: la nostra responsabilità per ciò che siamo e ciò che possiamo diventare. «Perché la vita sia una cosa leggera, da intraprendere con passo lieve e con il cuore puro.»

Per acquistare il libro clicca qui ACQUISTA

**********

Naso di cane
(Einaudi Ragazzi Edizioni EL ,2014)

Rocky è un cane di mezza età, vivace e affettuoso, ben inserito nella famiglia di umani che lo ha accolto. Ma quello che era il bambino di casa, Stefano, è ormai cresciuto e non dedica più a Rocky il tempo e le attenzioni di una volta: ora ci sono lo studio, gli amici, la ragazza del cuore, e Rocky si sente un po’ messo da parte.
Stefano ora si mette addirittura il profumo che gli ha regalato la fidanzata, e per Rocky è davvero troppo, proprio non sopporta quegli effluvi. Perché i cani, si sa, hanno dei parametri olfattivi molto diversi da quelli degli umani. Amano la puzza di piedi, l’odore di uova marce, quello della pipì di altri cani…
Il cane decide di andarsene a cercare nuove puzze da respirare, e starsene da solo per un po’. A casa, nel frattempo, Stefano e la sua famiglia sono disperati per la sparizione di Rocky e lo cercano dappertutto, organizzando un’improbabile squadra di salvataggio che riuscirà infine a ritrovare Rocky.
Una storia dolce e buffa raccontata dal punto di vista del cane nella quale dunque la percezione di sentimenti, odori, suoni e avvenimenti sono descritti con un taglio molto originale.

Per acquistare il libro clicca qui ACQUISTA

*********

Domani è un altro giorno
(IoScrittore, 2013)

Quando il marito ammette di avere un’altra, e di voler andare a vivere con lei, a Caterina crolla il mondo addosso. Madre di una figlia ormai all’università, traduttrice part-time dall’olandese per una ditta di tulipani, Carolina teme di essere troppo vecchia per cambiare vita. Ma uno sviluppo inaspettato le farà vedere il mondo con occhi diversi…
«Tu per me hai un’altra» dice Carolina al marito, mentre gli versa la minestra coi piselli, quasi per caso, per ammazzare il tempo prima del telegiornale. Quando Paolo ammette e confessa di volersi trasferire dalla sua nuova fidanzata, il mondo le crolla addosso. Madre di una figlia ormai all’università, traduttrice part-time dall’olandese per una ditta che commercia tulipani, Carolina ha il timore di essere troppo in là con gli anni per ricominciare una nuova vita.
Scoprirà che non è così, e non tanto grazie all’ora settimanale di analisi dal venale dottor Sigfrido, i consigli delle amiche ciniche o la vacanza consolatoria a Sharm, quanto per lo sviluppo inaspettato di una strana truffa che le farà vedere il mondo con occhi diversi.
L’umorismo di Caterina Ferraresi fa da filo conduttore a una vicenda che si distanzia ben presto da luoghi comuni e canovacci triti: perché la vita è piena di sorprese e, qualsiasi cosa succeda oggi, di sicuro Domani è un altro giorno.

Per acquistare il libro clicca qui ACQUISTA

*********

Lo gnomo della biblioteca
(Mobydick, 2000)

 

Cosa cerca Giacomino quando entra nella grande e austera biblioteca dell’Archiginnasio?
Prima di tutto di ripararsi dal freddo perché è inverno e fuori nevica nevica… e poi qualcosa di divertente da leggere.
Ma nella grande biblioteca tutti i libri sono troppo difficili per lui e sta per andarsene quando…
Libro scritto a quattro mani con Danilo di Diodoro.

 

 

*********

Il lupo sotto il mantello
(Il ponte vecchio, 1997)

Vincitore del premio Mario Tobino. Una raccolta di racconti che ricostruisce frammenti di vite in bilico tra disperazione e sogno, paura e coraggio.
Trae il titolo dalla poesia Dorcas Gustine “Antologia di Spoon River” (Edgar Lee Masters)

Non ero amato da quelli del villaggio,
ma tutto perché non avevo peli sulla lingua,
e affrontavo chi m’insultava
con una protesta diretta, senza nascondere o nutrire
segreti rancori o rammarichi.
È molto lodato il gesto di quel ragazzo spartano,
che nascose il lupo sotto il mantello,
e si lasciò divorare, senza un lamento.
È più coraggioso, credo, strapparsi il lupo di dosso
e combatterlo apertamente, magari per strada,
tra polvere e urla di dolore.
La lingua sarà forse un organo ribelle
ma il silenzio avvelena l’anima.
Mi biasimi chi vuole – io sono contento.

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Annunci